Quarta Lezione Di Morire

Il mio metodo di morire 5 anni dalla scomparsa di sempre

Nella maggioranza di approcci la comprensione di paura prevale come risultato di "individuo" soggetto esternamente riflettente, "personalità", l'atto "di persona" "l'organismo". Dietro i pochi l'eccezione a tutta la prova di dettagli dei soggetti assegnati della specificazione corrispondente dell'attività di riflessione e dopo questo anche la paura, non è effettuato. Praticamente non - e la resistenza di forza esterna al soggetto e minaccioso a esso.

L'analisi di lavori degli psicologi comunque si è connessa con studio: un colpo, mostre che le difficoltà della sua comprensione — in molti aspetti - che la crisi dichiara in quello che c'è stato una psicologia moderna di emozioni.

Particolarmente è necessario fare l'attenzione a tali componenti di un'immagine cumulativa di paura che per una ragione o l'altro non è diventato la discussione speciale e più non trovano pratico. È possibile riferire a tali componenti, soprattutto, riflessione figurativa dell'ambiente. Quale meccanismo di percezione dell'ambiente?

Sono profondamente dialettici per il tempo di riflessione sulla paura di D. Yum. La considerazione è in pensiero e la sua forma opposta — un — tra altro essere umano intacca, tale come buono ( e il male (la sofferenza, il dolore e il piacere, Yum scopre che la paura e la speranza si alzano a causa d'inautenticità o un di una condizione di spirito: "L'evento che, essendo affidabile, era il dolore o il piacere, sempre eccita la paura o un se è solo probabile o incerto" (

Sistema di immagini di vista mondiali, razionalmente natura incoerente del COMPLESSO MERAVIGLIOSO. Queste immagini sono la pietra angolare di formazione di un quadro scientifico del mondo. In loro categorial e giudizio concettuale, fondamentale e un di rapporto umano con il mondo.

Secondo Yum, intacca di paura e la speranza può alzarsi in una tale situazione, "quando le probabilità di entrambi i partiti sono uguali e è impossibile aprire la prevalenza di uno di loro l'altro. Secondo tali circostanze intacca il sono forti siccome il nostro spirito allora non ha niente per fermarsi e si incontra nel potere dell'incertezza più forte".

Le definizioni psicologiche moderne di paura nel sono focalizzate su forza esterna concreta, al soggetto mentre il soggetto, sviluppandosi invariants dell'interazione con il mondo esterno, rappresenta in soggetti di, caratteristiche intrinseche di processi di intero di soggetti, mettendo questa rappresentazione in correlazione a successo o l'Attività. reprezentant in modo errato scelto può condurre a una condizione di paura mentre i loro componenti di uno non causano e viceversa.

Altro rappresentante della filosofia classica tedesca - io. Kant - un fenomeno di paura, entra in concetto di forza per la sua spiegazione. La forza, Kant considera, funziona come capacità inerente a qualsiasi per vincere ostacoli in una strada del suo sviluppo. Ma anche l'un l'altro disapprovano anche possiede la forza che interferisce l'espansione di questo oggetto. Perciò ci sono situazioni di opposizione di oggetti che Kant capisce come una situazione di paura: "A quello che cerchiamo di mostrare la resistenza, è il male, e se troviamo le nostre forze insufficienti con questo scopo, questo una paura sottopone" (Insieme con situazioni reali di paura di Kant in modo imparziale anche le situazioni possibili, potenziali create da un della persona: "È possibile trovare un soggetto terribile, non prima di esso la paura vale a dire quando facciamo da giudice su esso è muta in modo che immaginiamo che se uno di questi giorni vorremo mostrargli la resistenza, qualsiasi resistenza sarà vana.

Il sistema di immagini di vista mondiali che rappresentano il partito di attività umana e una condizione del suo. Questo sistema di feticci di immagini che fanno la base di vista illusoria, queste immagini domina l'inizio sensorio, la fede.

Il contributo a sviluppo delle ragioni e le basi di paura, Aristotle è considerevole. Considerando cambiamenti sinceri, assegna in loro intacca, le capacità e ha acquisito uno da Intacca al quale Aristotle riferisce anche la paura', chiama tutti a quello che il piacere o la sofferenza accompagnano.